La patata di San Lorenzo Nuovo e dell'alto viterbese


La patata di San Lorenzo Nuovo e dell'alto viterbese

La patata è un tubero commestibile ottenuto dalle piante della specie Solanum tuberosum, che nel mondo rappresenta la prima coltura non cerealicola di uso alimentare. La patata dell'Alto Viterbese viene prodotta nella zona a nord del lago di Bolsena.

L'area di produzione è limitata ai comuni di Grotte di Castro, San Lorenzo Nuovo, Gradoli, Latera, Bolsena, Onano e Valentano. Questa coltivazione deriva da un'antica tradizione anche se il maggiore sviluppo si è registrato negli ultimi 30 anni a seguito del forzato abbandono della coltivazione della fragola. Il prodotto è un tubero di forma e dimensioni regolari, ovale o allungata, con buccia liscia ed occhi superficiali. La polpa consiste in una pasta gialla di colore chiaro, con notevole contenuto d'amido, di potassio e di vitamina C; per alcune varietà la pasta può essere bianca o anche rosa.

La patata dell'Alto Viterbese trova in questo territorio, ricco di naturali elementi nutritivi, le condizioni ideali di sviluppo e grazie alla sua naturale predilezione ai terreni sciolti d'origine vulcanica, permeabili, poveri di calcare, ricchi in particolar modo di potassio,ottiene alte rese produttive congiuntamente ad elevati standard qualitativi.Il prodotto va consumato fresco ed in questa condizione è reperibile in tutti i periodi dell’anno grazie alla raccolta scalare. La conservazione deve avvenire comunque in un luogo buio, poiché la luce fa germogliare gli occhi e stimola la formazione di solanina che è un prodotto tossico.Versatile e dal gusto dolce, la patata dell'alto viterbese è adatta alla preparazione di numerose ricette.

Ottima al forno, bollita e fritta come contorno a pesce, carne o verdure, è ingrediente fondamentale per zuppe e piatti “sfiziosi”, quali gateaux, purè arricchiti con prosciutto e formaggio, a tocchetti con i fiori di zucca o sformato con le zucchine. La consistenza pastosa delle patate le rende ideali per preparare gli gnocchi.
Visto quest'ottimo prodotto, nella zona non mancano sagre dedicate a questa speciale patata. Infatti nella seconda decade di agosto di ogni anno si svolge a Grotte di Castro la "Sagra della Patata", giunta nel 2009 alla sua XXIII edizione e sempre in questo mese a San Lorenzo Nuovo, a 4 km da Grotte di Castro, si celebra la rinomata "Sagra degli Gnocchi", quest'ultimi preparati dal 1977 (anno d'inizio della sagra) proprio con queste patate locali.

Uno stabilimento che confeziona questo tipo di patate è presente anche a San Lorenzo Nuovo



Patate dell'alto viterbese coltivate a due passi dal lago di Bolsena