La chiesa di Santa Maria Assunta e il Convento dei Cappuccini a San Lorenzo Nuovo

La settecentesca chiesa di Santa Maria Assunta, nel comune di San Lorenzo Nuovo, si trova dalla parte opposta rispetto alla chiesa di San Lorenzo martire, svettante quest'ultima sulla centrale piazza Europa.

Le due chiese sono collegate da via Umberto I, strada retta progettata, come l’intero paese, secondo il razionale piano urbanistico dell’architetto Francesco Navone; il piano gli fu commissionato da papa Pio VI, il quale voleva far spostare nel nuovo centro gli abitanti del vecchio paese di San Lorenzo alle Grotte, posto più a sud e colpito da malaria e continue frane.

La chiesa di Santa Maria Assunta fu annessa al Convento dei frati Cappuccini fino al 1810, quando l’ordine fu soppresso dai Francesi.
All’interno, a navata unica con sei cappelle laterali, possiamo ammirare alcune tele di padre Fedele da San Biagio: eseguite nel convento romano della Concezione nel 1784 su richiesta di padre Andrea da Tolfa, le tele raffigurano la Vergine Immacolata, S. Serafino da Montegranaro e sei episodi di santi francescani.
Una notizia documentaria riportata dal Roccaforte (1968) attesta inoltre che il 7 febbraio 1786 papa Pio VI si recò a San Lorenzo Nuovo per ammirare tali dipinti e in quell'occasione concesse a Fedele il titolo di "padre provinciale di merito".



La chiesa del Convento, San Lorenzo Nuovo

fonte ItaliaVirtualTour