Il comune di San Lorenzo Nuovo (Viterbo) nell'alta Tuscia, Lago di Bolsena

------


San Lorenzo Nuovo: porta della Tuscia tra l'Alfina e il lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo è un piccolo e tranquillo comune dell'Italia centrale che si trova nella provincia di Viterbo, sull'alto Lazio. Dista appena 5 Km dal lago di Bolsena, ad una manciata di chilometri dalla Toscana e a soli 3 Km dal confine con l'Umbria. Il paese fa parte della "Comunità Montana Alta Tuscia Laziale" e del comprensorio del lago di Bolsena, situato sul crinale settentrionale dei monti Volsini dominando da un lato la conca lacustre con vari e splendidi panorami sul lago, dall'altro la pianura di Acquapendente fino al monte Amiata. Si trova più precisamente nell'alto viterbese tra il lago di Bolsena e l'altopiano dell'Alfina, a circa metà strada tra Bolsena e Acquapendente lungo la via Cassia, circondato da vaste campagne e boschi a due passi dall'orvietano.
L'aria che si respira in paese è ottima data la posizione altimetrica abbastanza elevata e la vicinanza del più grande lago europeo di origine vulcanica come quello di Bolsena ma anche per l'assenza di industrie.
La distanza dal capoluogo di provincia Viterbo è di 43 Km, dal mar Tirreno di circa 50 Km mentre da Roma 124 Km.
L'altitudine è di 503 metri sul livello del mare con una popolazione di circa 2100 abitanti.

La cittadina è un perfetto esempio di impianto urbanistico del 1700 ed è posta in una posizione panoramica all’incrocio fra la SS Cassia e la Maremmana dove vi è posizionato, tra l'altro, un semaforo.
Il paese prende il nome dal proprio patrono San Lorenzo martire e, a differenza dei centri vicini tipicamente medievali, conserva un impianto urbanistico d'impronta neoclassica che risale al 1700, esempio di moderna pianificazione urbanistica che nasce dalla necessità, da parte della Chiesa per iniziativa di papa Clemente XIV, di trasferire il vecchio paese di San Lorenzo alle Grotte (che si trovava più in basso vicino al lago su un piccolo colle posto in posizione poco salubre, con frequenti smottamenti di roccia tufacea con la quale erano costruite le abitazioni nonché infestato dalla malaria per via delle sue terre assai paludose che causavano sempre più vittime tra la popolazione) nella collina sovrastante dall'aria decisamente più salutare oltre al fatto di favorire maggiormente gli scambi commerciali grazie alla via Cassia, e proprio quest'ultima sembra essere stata la principale motivazione da parte della Chiesa di costruire il nuovo paese sull'incrocio tra la strada che collega Pitigliano ad Orvieto (oggi chiamata Maremmana) e appunto la Cassia, incrocio che era tra l'altro già presente prima della fondazione del nuovo abitato.
Per questo motivo è stata aggiunta la parola "Nuovo" alla fine del nome attuale della cittadina, cioè per identificare il nuovo paese.
È dunque il paese più "giovane" dell'intero comprensorio lacustre e per questo mancano edifici medievali e monumenti antichi riscontrabili invece, almeno in parte, nel vecchio abitato di San Lorenzo alle Grotte.

L’uniformità delle costruzioni caratterizza San Lorenzo Nuovo; fa eccezione la chiesa di San Lorenzo martire che domina, dall'alto dei suoi 34 metri d’altezza, la piazza ottagonale chiamata Piazza Europa (basata sulla piazza Amalienborg di Copenaghen), nella quale è anche posto il palazzo comunale.
L'abitato è suddiviso in isolati simmetrici da assi stradali ortogonali dove si sviluppa attorno a una piazza ottagonale su cui si affaccia la chiesa parrocchiale di San Lorenzo, visivamente opposta alla chiesa dei Cappuccini (chiesa Santa Maria Assunta), costruita alla fine di un asse prospettico.
Il Navone provvide alla realizzazione del complesso edilizio relativo al Convento e alla Chiesa dei Padri Cappuccini posto ad ovest della Via Cassia, ortogonalmente a quest'ultima, in modo che la Chiesa Parrocchiale e quella del Convento costituissero gli estremi di un'asse monumentale che nella Piazza formasse una croce latina con la via Cassia.
Lo spirito innovatore e razionale di Francesco Navone ha fatto sì che San Lorenzo Nuovo si distinguesse nettamente dai paesi vicini per gli spazi ampi, la simmetria delle vie e delle piazze, la regolarità (linearità) urbanistica, elementi caratterizzanti che rendono questo paese un piccolo gioiello architettonico nonché uno dei luoghi più ariosi e panoramici del circondario del Lago di Bolsena.
All'interno della chiesa di San Lorenzo martire troviamo un'ascensione ed una resurrezione del pittore Jacopo Zucchi (Firenze 1541 - Roma 1596) commissionate dal cardinale Aragona e donate alla chiesa da Pio VI, un Crocifisso ligneo del XII secolo (proveniente dal vecchio paese) e un busto di Pio VI, attribuito al Canova.

L’interessantissima posizione geografica che occupa San Lorenzo Nuovo, fa base ideale per escursioni turistiche e culturali in numerose nonché famose località umbre, toscane e laziali che distano pochi km, quali ad esempio: Orvieto, Riserva Naturale di Monte Rufeno, Monte Amiata, basso senese, Maremma con Pitigliano, Sorano e Terme di Saturnia, Civita di Bagnoregio, Argentario, Mar Tirreno e Viterbese (Tuscia), oltre allo stupendo comprensorio del lago di Bolsena, di cui una piccola porzione fa parte del territorio comunale (lungolago loc. Oppietti).

L'economia del paese si basa essenzialmente sull'agricoltura e sul commercio, grazie anche alla sua posizione centrale su due importanti strade quali sono la Cassia e la Maremmana e spesso vi sono eventi in piazza Europa (raduno di moto, la Mille Miglia, raduno di auto d'epoca, etc). Conoscono un discreto sviluppo il turismo, l'artigianato e l'industria (presente una zona industriale in direzione di Castel Giorgio a circa 1 Km dal centro abitato).
I colori simbolo del paese sono il giallo e il blu, ben rappresentati dalla locale squadra di calcio.

Tra le feste da ricordare e da non perdere vi sono la fiera di San Giovanni, la festa della Madonna di Torano, la festa di San Lorenzo Martire e la Sagra degli Gnocchi (quest'ultima si tiene nella settimana di Ferragosto e richiama ogni anno turisti da ogni parte d'Italia e molti stranieri, con gli gnocchi preparati con le patate locali dell'alto viterbese). Durante la Sagra degli Gnocchi è possibile anche degustare il Fagiolo Secondo o della Stoppia, legume coltivato principalmente nel territorio di San Lorenzo Nuovo e che un tempo sfamava le popolazioni a nord del lago di Bolsena in tempi di povertà e guerra.
Da non perdere inoltre la Notte Bianca "Nessun Dorma".
Feste altrettanto importanti nel paese sono il Festone (che ricorre ogni 15 anni) e la festa di Sant'Antonio Abate il 17 gennaio. Inoltre, specie nei mesi estivi, sono presenti ulteriori feste nel paese.

San Lorenzo Nuovo costituiva un'importante tappa della via Francigena.
Durante la II° Guerra Mondiale, la cittadina di San Lorenzo Nuovo ha subito notevoli bombardamenti da parte delle forze alleate con numerosi danni e vittime tra la popolazione.
San Lorenzo Nuovo è situato in una zona a sismicità media e non di rado sono possibili lievi scosse di terremoto.
Scopri inoltre il dialetto di San Lorenzo Nuovo.

Testo scritto da Luca Viviani

Panorama sul lago di Bolsena e isola Bisentina da San Lorenzo Nuovo

San Lorenzo Nuovo, panorama sul lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo, panorama sul lago di Bolsena e isola Bisentina

San Lorenzo Nuovo e il lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e lago di Bolsena

Ti potrebbe interessare...

LA WEBCAM DI SAN LORENZO NUOVO

LA STORIA DI SAN LORENZO NUOVO

IL VECCHIO ABITATO DI SAN LORENZO ALLE GROTTE

IL CLIMA DI SAN LORENZO NUOVO

NEWS DA SAN LORENZO NUOVO

DOVE SI TROVA E COME ARRIVARE A SAN LORENZO NUOVO

COSA VISITARE A SAN LORENZO NUOVO


" Case basse, coi tetti, allineate
lungo strade distese
aperte ai venti;
ampie piazze deserte od affollate,
aria sana, frizzante.

Ospitale paese, popolato
da gente laboriosa e previdente
che ama vivere in pace
amabilmente col vecchio conoscente
e con il nuovo:
così chi arriva, spesso, non riparte.

Intorno
un'altalena di colline
rallegrate d'olivi e vigneti
digrada dolcemente verso il piano.

E s'apre il lago, come un gran respiro
che il cuore rasserena:
su, dall'alto,
San Lorenzo l'ammira
e si distende "

(di Aurelia Fantera)



La cittadina vista dall'alto

San Lorenzo Nuovo

San Lorenzo Nuovo

San Lorenzo Nuovo

San Lorenzo Nuovo




I 34 metri della chiesa di San Lorenzo Martire con su scritto dal latino "tempio dedicato a San Lorenzo, diacono e martire" con appena sotto lo stemma pontificio di Papa Pio VI

Chiesa San Lorenzo Nuovo

Chiesa San Lorenzo Nuovo

Comune di San Lorenzo Nuovo


"Palazzo comunale sec. XVIII - sede amministrativa della città, già Palazzo del Governatore, è realizzato in stile tardo-barocco ad opera dell'arch. Francesco Navone su progetto dell'impianto urbanistico originario ideato dall'arch. camerale Alessandro Dori. La piazza ottagonale e le quinte prospettiche degli edifici principali sono edificabili, quale nuova dimora dei cittadini di San Lorenzo, per volontà di Clemente XIV che autorizza la fondazione dell'abitato con chirografo del 03 giugno 1772"

(cartello posto accanto al comune)


Giardino comunale di San Lorenzo Nuovo (miralago comunale)


Entrata a San Lorenzo Nuovo


Piazza Europa - San Lorenzo Nuovo

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena


San Lorenzo Nuovo visto dal lago di Bolsena...

Panorama da San Lorenzo Nuovo verso il lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena

Il monte Amiata visto da San Lorenzo Nuovo


Panorama verso il lago di Bolsena da San Lorenzo Nuovo





Veduta da Bolsena..



Vista da San Lorenzo Nuovo con il lago di Bolsena e l'isola Bisentina

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena

San Lorenzo Nuovo e il Lago di Bolsena


Semaforo all'incrocio tra la Cassia e la Maremmana

Festa dell'arma dei Carabinieri a San Lorenzo Nuovo


Verso la piana di Acquapendente


Il Palazzetto dello Sport di San Lorenzo Nuovo, inaugurato nel 2004 dall'ex presidente della regione Lazio Francesco Storace



Natale...


Il paese visto dalla riva meridionale del lago di Bolsena con il lago in basso e i monti Cetona (Siena) e Rufeno sullo sfondo.


Dal lungolago di San Lorenzo Nuovo...





Piazza Pollarola di notte


Processione per il santo patrono San Lorenzo


La chiesa ai caduti


Il municipio comunale


La chiesa di Santa Maria Assunta che sorge accanto al convento dei frati Cappuccini


San Lorenzo Nuovo, via Acquapendente


Posizione del paese sull'Italia


Posizione del paese sul Lazio




Posizione del paese sul Lago di Bolsena





Posizione del territorio comunale nel viterbese






Caratteristiche


Stato: Italia Italia

Regione: Lazio Regione Lazio

Provincia: Viterbo Provincia di Viterbo

Coordinate: 42°41′15″ N / 11°54′27″ E Coordinate

Altitudine: 503 m s.l.m.

Superficie: 28 km²

Abitanti: 2.204 (1-2012) - sanlorenzani

Giorno festivo: San Lorenzo martire (10 agosto)

Densità: 77,89 ab./km²

Prefisso telefonico: 0763/72

CAP: 01020

Sindaco: Massimo Bambini

Parroco: Don Ugo Falesiedi

Comuni confinanti: Acquapendente, Bolsena, Castel Giorgio (TR), Grotte di Castro