La parrocchia di San Lorenzo Nuovo (chiesa San Lorenzo martire)

La chiesa di San Lorenzo NuovoLa chiesa collegiata di San Lorenzo martire fu costruita tra il 1774 e il 1777 su progetto dell'architetto Francesco Navone in concomitanza con la costruzione del nuovo paese di San Lorenzo Nuovo. L'edificio, alto 34 metri che predomina nella veste e nelle proporzioni sugli altri che affacciano sulla piazza principale "Europa", rappresentò dunque un forte messaggio oltre che religioso anche politico. Elemento maggiormente decorativo sulla facciata, piuttosto sobria, è lo stemma del papa Pio VI Braschi (1775-1799), scolpito da Gaspare Sibilla.

All'interno dell'edificio vi sono 2 opere, un'ascensione ed una resurrezione del pittore Jacopo Zucchi (Firenze 1541 - Roma 1596) commissionate dal cardinale Aragona e donate alla chiesa da Pio VI, ed un crocifisso ligneo policromo del XII secolo, oggetto di profonda venerazione da parte della popolazione. Presente inoltre un busto di papa Pio VI, attribuito al Canova.
La camera apostolica aveva affidato originariamente l'incarico della progettazione della chiesa all'architetto Alessandro Dori che prima di morire, nel 1772, ne redasse il progetto assieme a quello per San Lorenzo Nuovo.

Dori concepì un tempio più ricco nell'impianto architettonico rispetto all'attuale, specialmente in facciata, con un forte avanzamento in pianta della parte centrale del prospetto rispetto alle aeree celle campanarie svettanti lateralmente, e con l'alzato movimentato da una maggiore plasticità della veste architettonica, arricchita anche da statue.
La piazza su cui avrebbe prospettato il monumento sarebbe stata di forma quadrata con la chiesa su uno dei lati, ed il suo centro avrebbe coinciso tra la via Cassia e la strada per Orvieto, che si sarebbe sdoppiata nei due sensi di marcia in corrispondenza dell'edificio sacro.
Ogni 10 agosto la chiesa viene festeggiata con la festa di San Lorenzo martire, patrono del paese. Vi vengono inoltre eseguite le tradizionali Messe dal parroco di San Lorenzo Nuovo don Ugo Falesiedi.




Interno della chiesa



Il Santissimo Crocifisso è esposto all'interno della chiesa



Pianta della chiesa progettata per San Lorenzo Nuovo dall'architetto della camera apostolica Alessandro Dori nel 1771



Prospetto e sezione (questa rappresentata senza copertura e campanili) della chiesa progettata da Alessandro Dori nei disegni dei figli Giovanni e Giuseppe, 1771



Schizzi diversi di Alessandro Dori per un progetto di fontana che avrebbe dovuto ornare l'abitato di San Lorenzo Nuovo



Prospetto della piazza di San Lorenzo Nuovo con la chiesa progettata da Francesco Navone in un dipinto del 1778.



La facciata della chiesa realizzata su progetto del Navone:
a) stemma marmoreo del papa Pio VI, al secolo Giannangelo Braschi, sul timpano del portale principale;
b) parte centrale della facciata corrispondente alla navata unica interna, leggermente avanzata rispetto al resto del prospetto e con terminazione a timpano;
c) parti laterali della facciata corrispondenti alle cappelle laterali interne, inglobanti le celle campanarie coronate da cornicioni retti ed in linea con i corpi di fabbrica civili che serrano la piazza;
d) gli edifici d'abitazione, con facciate architettonicamente unitarie che delimitando la piazza serrano i fianchi della chiesa, dovevano far sembrare la facciata della collegiata ancor più imponente essendo originariamente limitati in altezza a soli 2 piani.
La perdita di plasticità scultorea e di articolazione dei corpi architettonici rispetto al progetto Dori è compensata nella realizzazione del Navone da una misurata classicità che ben si raccorda alla essenziale linearità degli edifici unitari che circondano la piazza ottagonale.

INDIRIZZI PARROCCHIA SAN LORENZO NUOVO
Piazza Europa
01020 San Lorenzo Nuovo (VT)
Tel. 0763 727058
Parroco don Ugo Falesiedi